martedì 10 dicembre 2013

Programmazione Natalizia: programma il tuo nuovo anno

Secondo antiche tradizioni, c'è un periodo dell'anno particolarmente indicato per progettare il nostro nuovo anno: sono le cosiddette 12 notti sante, dal 26 dicembre al 6 gennaio. Ecco la mia proposta per quest'anno. ....
Buona programmazione !

‘’.. Programmazione Natalizia significa pianificare un viaggio nel tempo, e più precisamente nell’anno che ti attende. Significa inserire tutto ciò che vuo fare, vedere, pensare, sentire ed essere da un punto di vista lavorativo, affettivo , conoscitivo, evolutivo nell’arco dei 12 mesi davanti a te. … la crescita, si sa, …non può avvenire (o viene frenata) se prima non vengono eliminate le zavorre …’’
Per la tradizione esoterica,il periodo dal 26 dicembre ala 6 gennaio viene considerato sacro fin dall’antichità; sono giorni chiamati ‘santi’ e rappresentano un punto importante nell’anno, quello in cui il Sole, dopo il black-out autunno-inverno, torna ‘invitto’ (Sol invictus) a vivificare la natura. In tale periodo il nostro Pianeta entra in contatto con forze  psicospirituali di grande potenza o solari, che invieranno i loro influssi durante tutto l’anno, differenziandone le qualità a seconda del movimento della ruota zodiacale, concentrando la loro potenza in questi giorni, che rappresentano quindi una specie di indice dell’anno a venire.
Ecco perché, per la scienza dello spirito, si può programmare il proprio indice, pianificando, attraverso l’uso della capacità di pensiero, la propria vita per l’intero anno con l’aiuto delle qualità zodiacali.
(tratto da ‘Meditazioni quotidiane ‘ di Dede Riva)

 Le 12 Notti Sante - Programmazione per l’anno nuovo (da un testo di G. Campioni/2009)
Nel Medioevo si celebravano 12 Giorni Santi, dalla notte di Natale al mattino dell’Epifania, con feste continue culminanti nella Dodicesima Notte, la fine del periodo natalizio, che dà il titolo a una famosa commedia di William Shakespeare. In realtà si tratta di un’usanza più antica, pagana, che ricorda i Saturnalia romani, le feste in onore di Saturno, dio di tutto ciò che è regola, solidificazione, rigidità e quindi dell’inverno. Il senso di tali feste consisteva nel rompere le regole per celebrare la fine del periodo duro e propiziare il risveglio della natura, che inizia con il solstizio invernale. L’usanza rivive in una canzone famosa negli Stati Uniti (ma credo anche in altri Paesi), I 12 giorni di Natale, una filastrocca-gioco già presente nelle tradizioni scandinave ed europee del 16° secolo. Negli USA, molti amano tuttora festeggiare ciascuno di questi giorni dando piccoli doni, accendendo una candela e cantando il verso appropriato della canzone. Per alcuni, la dodicesima notte è la festa più grande, poi, al mattino dell’Epifania, si smontano le decorazioni natalizie. Rudolf Steiner riprese l’antica usanza postulando che nelle Notti Sante fra il 26 dicembre e il 6 gennaio le Forze cosmiche, o zodiacali, preparino, per così dire, una “matrice” dell’anno a venire, quindi siano particolarmente potenti e utilizzabili per rivedere quanto fatto fin qui e programmare quanto faremo nell’anno a venire. Allo scopo egli abbina a ciascuna delle 12 notti/giorni un segno zodiacale e una qualità particolare e invita a svolgere quotidianamente un apposito rituale che ci disponga nel modo migliore. 

LE DODICI NOTTI SANTE
Io mi addormento.
L'anima mia nel mondo dello Spirito
sarà fino al risveglio.
V'incontrerà la Potenza dell'Essere
che guida la mia vita terrena,
che esiste là, nel mondo dello Spirito,
che aleggia sul mio corpo.
V'incontrerà il suo Genio Tutelare,
così, quando mi sveglio,
avrò creato l'incontro col mio Genio.
Nel sonno le sue ali
avran sfiorato
l'anima mia.
Rudolf Steiner

Personalmente, da anni seguo le indicazioni riportate nel libro ‘Meditazioni quotidiane’ di Dede Riva, Edizioni ;Mediterranee, a cui potete aggiungere o sostituire le qualità che conoscete o ritenete opportune per i 12 mesi/segni zodiacali. Vi segnalo la lista delle qualità citate nel libro, e altre 12 qualità rivisitate, proposte dall’amica Gabirella Campioni nel 2009. Approfondite il significato di ciascuna qualità, andando oltre il comune significato conosciuto !! La valutazione della qualità va fatta per eccesso e per difetto (troppo o troppo poco coraggio) e ciò che ci frena in quella qualità (per esempio, la paura frena il coraggio).
Chi conosce i Rimedi Floreali o i Tarocchi può associare i 12 mesi/notti ai simboli che ritiene opportuni.
Da quest’anno (2013), per  chi conosce il percorso creativo di Julia Cameron, propongo di aggiungere i 12 temi trattati nel percorso alle 12 notti.
Condividete e diffondete se ritenete opportuno.
Per chi volesse informazioni sul percorso creativo di J. Cameron o altre informazioni, può contattarmi via mail : d.galbiati62@gmail.com.
Buona programmazione !
Daniela 


Il rituale per la programmazione
Dal libro di Dede Riva: ‘’ un’attività di programmazione richiede un’operazione di presa di coscienza delle risorse a disposizione….. Per quanto riguarda la Programmazine Natalizia l’operazione viene chiamata restrospezione e consiste nell’attuare, qualche giorno prima del 25 dicembre, un’indagine a ritroso nell’anno che sta per finire …. Con l’aiuto magari dell’agenda o del diario di quest’anno, scorri da dicembre a gennaio l’anno trascorso, cercando di individuare le azioni non portate a termine, le situazioni che ti hanno procurato insoddisfazione o delusione, quelle in cui non ti sei sentito all’altezza, quelle in cui ti sei sentito separato dagli altri, i sentimenti di inadeguatezza, amarezza, gelosia, odio, rancore ecc… ‘’’
Compiuto questo lavoro preliminare, che di solito io inizio il giorno di Santa Lucia (12 dicembre), portatore appunto di Luce (da  Lucia …), dalla sera del 25 dicembre ( il giorno ‘esoterico’ inizia alle 18) si può iniziare la Programmazione.
􀂙 Procurati un quaderno nuovo su cui scriverai la programmazione e, se lo vuoi, il diario dell’anno. Sulla prima pagina trascrivi l’invocazione a lato.
􀂙 Ogni giorno, tra il 26 dicembre (iniziando dalle 18 del 25/12) e il 6 gennaio (terminando alle 18 del 6/1), preparati uno spazio sacro” con ciò che per te significa “rito”: una candela, una ciotola d’acqua, un cristallo, un fiore, incenso, musica, spazio tuo …
􀂙 Disponiti a uno stato meditativo nel tuo modo abituale.
􀂙 Sulla seconda pagina del quaderno scrivi il nome del mese, il segno zodiacale e la qualità relativa.
􀂙 Pensa al modo in cui hai finora vissuto quella qualità, lascia che la qualità risuoni dentro di te e ti suggerisca che cosa significa per te.
􀂙 Scrivi in che modi concreti potresti viverla, sapendo che sarà la tua “sfida” per quel mese.
􀂙 Ringrazia e rifletti sulla qualità e sulla sfida durante il giorno.
􀂙 Prima di addormentarti puoi ripeterti la qualità e leggere l’invocazione di R. Steiner riportata sopra
.

Le 12 qualità  (nelle parentesi la versione di G. Campioni)
26 dicembre:  Gennaio  Capricorno Coraggio (leggerezza)
27 dicembre: Febbraio Acquario Discrezione (coerenza)
28 dicembre: Marzo Pesci Generosità (unità)
29 dicembre: Aprile  Ariete Devozione (armonia)
30 dicembre:  Maggio Toro Equilibrio (duttilità)
31 dicembre: Giugno Gemelli Perseveranza (costanza)
 1gennaio: Luglio Cancro Distacco (concretizzazione)
 2 gennaio: Agosto Leone Compassione (disponibilità)
 3 gennaio: Settembre Vergine Cortesia (fantasia)
 4 gennaio: Ottobre Bilancia  Ottimismo (autodeterminazione)
 5 gennaio:  Novembre Scorpione Pazienza (lealtà, tolleranza)
 6 gennaio: Dicembre Sagittario Utilizzo del pensiero (piedi per terra)

Nessun commento:

Posta un commento