giovedì 10 gennaio 2013

Cromopuntura .. la luce che cura


Secondo la sua teoria dei biofotoni, Il biofisico tedesco Fritz Albert Popp,  ha potuto dimostrare che le cellule di qualsiasi essere vivente irradiano luce, emettono cioè dei biofotoni, pacchetti di onde elettromagnetiche della stessa frequenza della luce visibile all'occhio umano. Lui  chiama la luce 'il linguaggio delle cellule'. La luce quindi è un campo energetico regolatore che racchiude l’organismo nella sua totalità ed esercita un’influenza fondamentale su tutti i suoi processi biochimici. La cromopuntura sviluppata da Peter Mandel  cura liberando la coscienza nelle cellule, usa la luce e i suoi colori i per reintrodurre la corretta energia informativa nell’unità del corpo-mente.
L’uomo, grazie agli organi di senso, comunica con l’interno e l’esterno del proprio corpo. La pelle riveste un ruolo fondamentale perché può essere paragonata ad un’antenna che capta le informazioni ambientali e le comunica alle cellule corporee.  Le cellule di uno stesso organo hanno identica composizione molecolare, comunicano ed interagiscono utilizzando tutte uno stesso segnale che si propaga facendole “vibrare” con lo stesso tipo di frequenza che le fa entrare in risonanza tra loro.
Se le informazioni non passano da una cellula all’altra, se le cellule non riescono a comunicare tra loro, o se filtrano informazioni errate, nel tempo tali informazioni si possono esternare attraverso quello che noi definiamo “sintomo” o “malattia”, un messaggio che il nostro corpo ci comunica, uno stimolo al cambiamento per ritrovare uno stato di benessere ed equilibrio. I sintomi fisici, secondo la concezione olistica, non sono altro che la richiesta da parte del nostro 'essere' di un cambiamento a livello della coscienza, e quando, dentro di noi, ciò avviene, la manifestazione esterna scompare.
I diversi tipi di tessuti e gli organi del nostro corpo sono sistemi che vibrano con frequenza corrispondenti alle diverse tonalità di colore: guarire significa appunto ritrovare il ritmo armonico giusto, la giusta frequenza, la giusta vibrazione. 
La cromopuntura è una tecnica dolce, non invasiva e senza effetti collaterali;  è una forma estesa di agopuntura che utilizza sottili fasci di luce colorata al posto degli aghi per stimolare zone riflesse sulla pelle del corpo, correggendo il linguaggio delle cellule. 

Nessun commento:

Posta un commento