lunedì 30 dicembre 2013

Programmazione Natalizia (seconda parte)

Per completare la prima parte della Programmazione Natalizia, ecco i consigli per attivarla, a partire dal 1 gennaio.
Troverai anche i primi consigli per Gennaio.

Auguri per un Buon Cammino nel nuovo anno. 

La Programmazione natalizia iniziata alle h 18 del 25 dicembre dell’anno appena concluso, prosegue fino al 6 gennaio come indicato nel file precedente.

Ma dal 1 gennaio inizia anche il primo mese del nuovo anno in cui attivare la programmazione relativa a questo mese: gennaio / capricorno / qualità del coraggio o leggerezza.
E così per ogni mese che verrà.

Durante il nuovo anno, ogni mese, attiverai la tua Programmazione Natalizia, riprendendo il quaderno su cui hai segnato le varie attività da svolgere o le tue riflessioni per sviluppare la qualità del mese, e annotando eventuali altre riflessioni. Le energie psicospirituali coinvolte durante il periodo natalizio ti saranno d’aiuto durante il mese di loro competenza facilitando le azioni programmate e contribuendo a migliorare la tua vita.

Per aiutarti ad attivare al meglio le qualità di ciascun mese, e per sostenere il tuo impegno in una simile attività di crescita interiore ed esteriore, puoi utilizzare anche strumenti ‘terapeutici’ come i rimedi floreali (Fiori di Bach e di altri repertori), la cromopuntura e gli altri strumenti della Medicina Esogetica di Peter Mandel, la meditazione, le visualizzazioni creative, la mindfulness, e qualunque altra tecnica olistica tu conosca o voglia sperimentare.
Per ciascun mese scriverò delle riflessioni sulla qualità da sviluppare, aggiungendo spunti su rimedi floreali e medicina esogetica di Peter Mandel. Le riflessioni sulla qualità del mese sono tratte dal testo di Dede Riva già citato nel file della Programmazione Natalizia. Il ‘percorso Cameron’ è un percorso di 12 settimane ideato da Julia Cameron, da lei chiamato ‘Via dell’artista’, dedicato al recupero e allo sviluppo della creatività personale intesa come recupero ed espressione di sé, del proprio potere creativo in tutti gli ambiti della vita, non solo in campo strettamente artistico, una forma nuova di un corso di autostima. I riferimenti a tale percorso valgono naturalmente per chi ha già seguito questo percorso.

Per chiarimenti e approfondimenti, contattami.

Eccovi gli spunti per Gennaio

GENNAIO
·        Capricorno coraggio leggerezza
·        Medicina Esogetica:  pianeta Saturno -  zona onirica: al centro tra le due scapole, sulla linea ascellare, definita zona dell’essere rigidi. Corrispondenze col corpo: scheletro e apparato motorio in genere, e in particolare ginocchio stinco pelle milza denti sangue. Massaggiare con olio Esogetico mattina e sera, applicare colore verde luce (o indossare /applicare tessuto naturale color verde chiaro). Riferimento Vaso Patologico Terra Passiva : predisposizione a disturbi metabolici, mesenchimali, calcolosi, reumatismi, coliche. Ossa, giunture, dolori ossei e tissutali. Autoritario, caparbio, inibizione nel contatto, coscienzioso, tnace, cauto, difficoltà nell’accesso alle emozioni, durezza interiore, necessita sicurezza emozionale e stabilità. Senso del dovere.  Obiettivo: sviluppare l’abilità di gestire le conseguenze e assumersi responsabilità (N.B.- respons + abilità = abilità di ‘rispondere’ alle situazioni personali). Saturno è conosciuto come la ‘grande sfortuna’, simboleggia la pena dell’anima, la malattia, l’anzianità, morte e declino. Insoddisfatto del dominio di Urano, suo padre, lo uccise e salì al trono: atto violento ma che portò anche aspetti positivi, come la nascita di Venere, e con Gaia , la Madre Terra, sua moglie, generò giove Nettuno e Plutone. Saturno fa pressione,costringe a riflettere sul passato e a lasciare andare cio che non serve, per cercare vie nuove. Simboleggia partenza, sviluppo, concentrazione, senso del dovere, ricerca accurata, esercizio della pazienza,
·        Riferimento percorso Cameron: 9° settimana, paura
·        Rimedi floreali:  coraggio/paura  -  leggerezza/pesantezza
Tra i 12 Guaritori del sistema Bach sono indicati Mimulus e  Rock rose. Ma relativamente alla paura, molti sono i rimedi floreali tra cui scegliere, secondo le personali necessità:
Mimulus, Aspen, Rock Rose, Cherry Plum, Red Chestnut. Tra gli Australiani ricordiamo Dog Rose,  e Bluebell per il coraggio, quello che viene dal cuore.   
·        Riflessioni di Dede Riva per gennaio/coraggio: ‘’…coraggio è compiere il salto … e per fare ciò vanno sviluppate alcune qualità: la consapevolezza delle proprie potenzialità e risorse a disposizione, determinazione e flessibilità, sensibilità per avvertire l’aiuto e il sostegno di altri e dell’Universo (fidarsi e affidarsi), ottimismo per filtrare ogni evento attraverso uno schermo positivo, entusiasmo perché le azioni siano tempestive …’’

Buona Azione, buon coraggio e buon gennaio.

martedì 10 dicembre 2013

BUONE FESTE a colori !


Un regalo insolito? Un regalo di benessere?
Regalati, regala o fatti regalare un trattamento di benessere .

Puoi scegliere tra
:

  • una seduta di riflessologia plantare olistica
  • una seduta di rilassamento guidato
  • un trattamento di cromopuntura (metodo Peter Mandel)
  • una consulenza con i Fiori di Bach e Australiani
  • una TramaAlchemica di P. Burensteinas

Per tutto  il mese di Dicembre 2013 e gennaio 2014 poi prenotare per te o per un regalo con uno sconto del 30%, scrivendo a d.galbiati62@gmail.com o chiamando al 3498537554

Grazie.

Buone Feste ! 
Daniela 


Programmazione Natalizia: programma il tuo nuovo anno

Secondo antiche tradizioni, c'è un periodo dell'anno particolarmente indicato per progettare il nostro nuovo anno: sono le cosiddette 12 notti sante, dal 26 dicembre al 6 gennaio. Ecco la mia proposta per quest'anno. ....
Buona programmazione !

‘’.. Programmazione Natalizia significa pianificare un viaggio nel tempo, e più precisamente nell’anno che ti attende. Significa inserire tutto ciò che vuo fare, vedere, pensare, sentire ed essere da un punto di vista lavorativo, affettivo , conoscitivo, evolutivo nell’arco dei 12 mesi davanti a te. … la crescita, si sa, …non può avvenire (o viene frenata) se prima non vengono eliminate le zavorre …’’
Per la tradizione esoterica,il periodo dal 26 dicembre ala 6 gennaio viene considerato sacro fin dall’antichità; sono giorni chiamati ‘santi’ e rappresentano un punto importante nell’anno, quello in cui il Sole, dopo il black-out autunno-inverno, torna ‘invitto’ (Sol invictus) a vivificare la natura. In tale periodo il nostro Pianeta entra in contatto con forze  psicospirituali di grande potenza o solari, che invieranno i loro influssi durante tutto l’anno, differenziandone le qualità a seconda del movimento della ruota zodiacale, concentrando la loro potenza in questi giorni, che rappresentano quindi una specie di indice dell’anno a venire.
Ecco perché, per la scienza dello spirito, si può programmare il proprio indice, pianificando, attraverso l’uso della capacità di pensiero, la propria vita per l’intero anno con l’aiuto delle qualità zodiacali.
(tratto da ‘Meditazioni quotidiane ‘ di Dede Riva)

 Le 12 Notti Sante - Programmazione per l’anno nuovo (da un testo di G. Campioni/2009)
Nel Medioevo si celebravano 12 Giorni Santi, dalla notte di Natale al mattino dell’Epifania, con feste continue culminanti nella Dodicesima Notte, la fine del periodo natalizio, che dà il titolo a una famosa commedia di William Shakespeare. In realtà si tratta di un’usanza più antica, pagana, che ricorda i Saturnalia romani, le feste in onore di Saturno, dio di tutto ciò che è regola, solidificazione, rigidità e quindi dell’inverno. Il senso di tali feste consisteva nel rompere le regole per celebrare la fine del periodo duro e propiziare il risveglio della natura, che inizia con il solstizio invernale. L’usanza rivive in una canzone famosa negli Stati Uniti (ma credo anche in altri Paesi), I 12 giorni di Natale, una filastrocca-gioco già presente nelle tradizioni scandinave ed europee del 16° secolo. Negli USA, molti amano tuttora festeggiare ciascuno di questi giorni dando piccoli doni, accendendo una candela e cantando il verso appropriato della canzone. Per alcuni, la dodicesima notte è la festa più grande, poi, al mattino dell’Epifania, si smontano le decorazioni natalizie. Rudolf Steiner riprese l’antica usanza postulando che nelle Notti Sante fra il 26 dicembre e il 6 gennaio le Forze cosmiche, o zodiacali, preparino, per così dire, una “matrice” dell’anno a venire, quindi siano particolarmente potenti e utilizzabili per rivedere quanto fatto fin qui e programmare quanto faremo nell’anno a venire. Allo scopo egli abbina a ciascuna delle 12 notti/giorni un segno zodiacale e una qualità particolare e invita a svolgere quotidianamente un apposito rituale che ci disponga nel modo migliore. 

LE DODICI NOTTI SANTE
Io mi addormento.
L'anima mia nel mondo dello Spirito
sarà fino al risveglio.
V'incontrerà la Potenza dell'Essere
che guida la mia vita terrena,
che esiste là, nel mondo dello Spirito,
che aleggia sul mio corpo.
V'incontrerà il suo Genio Tutelare,
così, quando mi sveglio,
avrò creato l'incontro col mio Genio.
Nel sonno le sue ali
avran sfiorato
l'anima mia.
Rudolf Steiner

Personalmente, da anni seguo le indicazioni riportate nel libro ‘Meditazioni quotidiane’ di Dede Riva, Edizioni ;Mediterranee, a cui potete aggiungere o sostituire le qualità che conoscete o ritenete opportune per i 12 mesi/segni zodiacali. Vi segnalo la lista delle qualità citate nel libro, e altre 12 qualità rivisitate, proposte dall’amica Gabirella Campioni nel 2009. Approfondite il significato di ciascuna qualità, andando oltre il comune significato conosciuto !! La valutazione della qualità va fatta per eccesso e per difetto (troppo o troppo poco coraggio) e ciò che ci frena in quella qualità (per esempio, la paura frena il coraggio).
Chi conosce i Rimedi Floreali o i Tarocchi può associare i 12 mesi/notti ai simboli che ritiene opportuni.
Da quest’anno (2013), per  chi conosce il percorso creativo di Julia Cameron, propongo di aggiungere i 12 temi trattati nel percorso alle 12 notti.
Condividete e diffondete se ritenete opportuno.
Per chi volesse informazioni sul percorso creativo di J. Cameron o altre informazioni, può contattarmi via mail : d.galbiati62@gmail.com.
Buona programmazione !
Daniela 


Il rituale per la programmazione
Dal libro di Dede Riva: ‘’ un’attività di programmazione richiede un’operazione di presa di coscienza delle risorse a disposizione….. Per quanto riguarda la Programmazine Natalizia l’operazione viene chiamata restrospezione e consiste nell’attuare, qualche giorno prima del 25 dicembre, un’indagine a ritroso nell’anno che sta per finire …. Con l’aiuto magari dell’agenda o del diario di quest’anno, scorri da dicembre a gennaio l’anno trascorso, cercando di individuare le azioni non portate a termine, le situazioni che ti hanno procurato insoddisfazione o delusione, quelle in cui non ti sei sentito all’altezza, quelle in cui ti sei sentito separato dagli altri, i sentimenti di inadeguatezza, amarezza, gelosia, odio, rancore ecc… ‘’’
Compiuto questo lavoro preliminare, che di solito io inizio il giorno di Santa Lucia (12 dicembre), portatore appunto di Luce (da  Lucia …), dalla sera del 25 dicembre ( il giorno ‘esoterico’ inizia alle 18) si può iniziare la Programmazione.
􀂙 Procurati un quaderno nuovo su cui scriverai la programmazione e, se lo vuoi, il diario dell’anno. Sulla prima pagina trascrivi l’invocazione a lato.
􀂙 Ogni giorno, tra il 26 dicembre (iniziando dalle 18 del 25/12) e il 6 gennaio (terminando alle 18 del 6/1), preparati uno spazio sacro” con ciò che per te significa “rito”: una candela, una ciotola d’acqua, un cristallo, un fiore, incenso, musica, spazio tuo …
􀂙 Disponiti a uno stato meditativo nel tuo modo abituale.
􀂙 Sulla seconda pagina del quaderno scrivi il nome del mese, il segno zodiacale e la qualità relativa.
􀂙 Pensa al modo in cui hai finora vissuto quella qualità, lascia che la qualità risuoni dentro di te e ti suggerisca che cosa significa per te.
􀂙 Scrivi in che modi concreti potresti viverla, sapendo che sarà la tua “sfida” per quel mese.
􀂙 Ringrazia e rifletti sulla qualità e sulla sfida durante il giorno.
􀂙 Prima di addormentarti puoi ripeterti la qualità e leggere l’invocazione di R. Steiner riportata sopra
.

Le 12 qualità  (nelle parentesi la versione di G. Campioni)
26 dicembre:  Gennaio  Capricorno Coraggio (leggerezza)
27 dicembre: Febbraio Acquario Discrezione (coerenza)
28 dicembre: Marzo Pesci Generosità (unità)
29 dicembre: Aprile  Ariete Devozione (armonia)
30 dicembre:  Maggio Toro Equilibrio (duttilità)
31 dicembre: Giugno Gemelli Perseveranza (costanza)
 1gennaio: Luglio Cancro Distacco (concretizzazione)
 2 gennaio: Agosto Leone Compassione (disponibilità)
 3 gennaio: Settembre Vergine Cortesia (fantasia)
 4 gennaio: Ottobre Bilancia  Ottimismo (autodeterminazione)
 5 gennaio:  Novembre Scorpione Pazienza (lealtà, tolleranza)
 6 gennaio: Dicembre Sagittario Utilizzo del pensiero (piedi per terra)

venerdì 22 novembre 2013

Le 9 articolazioni simboliche e i 26 livelli dell'informazione della col...




Presentazione del corso che si è svolto di recente. Si, ogni articolazione e le singole vertebre hanno significati precisi, e trattamenti specifici. Molti sono gli studiosi che hanno sviluppato lavori sulla colonna vertebrale, anche con la floriterapia, ma personalmente ritengo che la ''visione'' esogetica sia la piu completa (almeno, per quanto riguarda le mie conscenze e la mia esperienza professionale finora).

buone riflessioni

Estratto del corso di formazione in Psicogenealogia e Cromopuntura secon...





Si, la cromopuntura della medicina esogetica di Peter Mandel parliamo anche di psicogenealogia. Titta una serie di specifici trattamenti che possono aiutare anche in questo campo, tra i livelli piu profondi dell'origine e del senso della malattia.
Il corso di formazione si è tenuto questa primavera a Milano.

giovedì 21 novembre 2013

Resistenza e cambiamento


'' Il cambiamento non è mai doloroso.  Solo la resistenza al cambiamento lo è. '' Buddha
http://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/_om_mani_padme_hum.php?pn=3028

Stamattina ho incontrato questa frase e ho pensato subito ai Fiori. Si, il cambiamento è una costante nella vita, il movimento è salute, la stasi è 'malattia', sofferenza. Spesso sappiamo che un cambiamento è necessario, ma non riusciamo a farlo, o pensiamo di non poterlo fare, di non potercelo permettere. Tutto è possibile, ma il decidere o scegliere di farlo, è tutta un'altra cosa. Molti possono essere i fattori che ci 'bloccano', ma qualunque sia il motivo, conscio o inconscio, si attua comunque una resistenza. E la resistenza ci blocca, e soffriamo. Molti sono anche gli aiuti medici e non medici in queste situazioni, e come esempio, per esperienza personale e professionale, vado subito ai rimedi floreali. 
'Affinchè si produca un trauma, deve esserci una resistenza' , scrive il dr Orozco a proposito di Star of Bethlehem, conosciuto per i traumi presenti o passati, fisici o emozionali, consci o inconsci, la Stella di Betlemme, nome che già suscita simboli divini e amorevoli.  Il dr Bach lo definisce ' per coloro che si trovano in uno stato di grande angoscia a causa di situazioni che, in un dato periodo, hanno provocato tanta infelicità .... Questo rimedio porta sollievo a chi rifiuta il conforto altrui'.  Naturalmente andrà accompagnato e sostenuto da altri rimedi secondo la personale necessità.  E' il cicatrizzante del sistema floreale inglese, a livello fisico e non. A prpposito di resistenza, Orozco spiega anche: 'la terapia floreale va indirizzata a ricondurre l'ego sotto il dominio del Sè Superiore o Anima...' - io direi che ci aiuta a ritrovare la nostra vera Essenza, a ricollegarci con la nostra parte più saggia e profonda per farci guidare nella nostra vita - '... l'ego oppone resistenza ad essere rieducato perchè si sente minacciato. Allora cerca stratagemmi e scuse per abbandonare la terapia ...'. Si, qualunque sia il cambiamento che vorremmo fare, che ci piacerebbe fare, che sappiamo necessario per noi stessi, è comunque un 'campo' nuovo, sconosciuto, e spesso fa paura. Così, pur sapendolo necessario, capita che restiamo fermi dove siamo, anche se soffriamo: facciamo resistenza, troviamo scuse e strategie per non fare il passo necessario o desiderato. 
Ecco l'associazione con Walnut: la noce, la protezione: '' ... il rimedio procura costanza e protezione da influenze esterne ...' scrive Bach. Pensate al frutto della noce, col guscio protettivo che fa da scudo, che protegge il frutto, che con la sua forma richiama quella del nostro cervello.  ' Walnut è l'alfa e l'omega del sistema floreale' scrive Orozco, '... rende più facile adattarci a ogni tipo di cambiamento ...'.
Walnut favorisce i cambiamenti, l'adattamento ai cambiamenti, il taglio con le situazioni, protegge durante il cambiamento dalle interferenze / influenze esterne di qualsiasi tipo. Per cambiamento s'intende non solo cambiare una situazione di vita, ma qualunque tipo di cambiamento: biologico, ormonale, climatico, orario, circostanziale ecc. Anche Walnut va associato coi rimedi più indicati secondo la personale necessità. 

I cambiamenti possono spaventare, preoccupare (pre-occupare, cioè me ne occupo prima che accada) o più che il cambiamento stesso credo che spaventino le conseguenze che esso porterà nella nostra vita, nelle abitudini, nelle relazioni, nello stile di vita a cui siamo abituati, ma che magari ci vanno strette ormai. E quando qualcosa non va o non va più bene, non stiamo bene, siamo in crisi.  

''La parola crisi (krisis) nell’antica Grecia significava, allo stesso tempo, sia pericolo che decisione e, in modo stupefacente, nell’antica Cina questa espressione era scritta con un doppio ideogramma dal duplice significato (wei ji): pericolo e opportunità. Una crisi, dunque, viene vista in modo simile sia nella saggezza orientale che in quella occidentale: ogni crisi ci vuole costringere a prendere delle decisioni e rappresenta una porta (op-portunus in latino era il vento che riconduceva in porto la nave) attraverso la quale passare per ritrovare un nuovo equilibrio. Se non prendiamo mai delle decisioni… non siamo mai attori del nostro destino''

E a proposito di crisi e cambiamenti ...

“Non possiamo  pretendere che  le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose.
 La crisi è la più grande benedizione  per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi. La creatività nasce dall’angoscia come il giorno nasce dalla  notte oscura. E’ nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi  supera sé stesso senza essere ‘superato’.

Chi attribuisce alla crisi i suoi fallimenti e difficoltà, violenta il suo stesso talento e dà più valore ai problemi che alle soluzioni. La vera crisi, è la crisi dell’incompetenza. L’ inconveniente delle  persone e delle nazioni  è la pigrizia nel cercare soluzioni e vie di uscita. Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è una routine, una lenta agonia. Senza crisi non c’è merito. E’ nella crisi che emerge il meglio di ognuno, perché senza crisi tutti i venti sono solo lievi brezze. Parlare di crisi significa incrementarla, e tacere nella crisi è esaltare il  conformismo. Invece, lavoriamo duro. Finiamola una volta per tutte con l’unica crisi pericolosa, che  è la tragedia di non voler lottare  per superarla.”

Albert Einstein


Per tornare alla frase iniziale, possiamo trovare tutti gli aiuti possibili per allentare le nostre resistenze al cambiamento, e la naturopatia ha molte proposte.  Occorre fare solo qualche passo: per informarsi, per valutare le possibilità, per scegliere e provare il percorso più adatto a noi, per provare a stare meglio. 

Buon cambiamento!  





lunedì 11 novembre 2013

lunedì 4 novembre 2013

FIORI D’AUTUNNO: 3 CASTAGNI, 4 RIMEDI E LE FOGLIE CADENTI

Si, tra i rimedi floreali dei vari repertori ci sono fiori e piante per tutte le stagioni, quelle naturali e quelle dell’anima. Ad esempio, tra i Fiori di Bach ci sono ben 4 tipi diversi di rimedi tratti dai castagni:
Red Chestnut, il castagno rosso, Aesculus carnea; White Chestnut, il castagno bianco, Aesculus hyppocastanum, quello delle castagne matte, rimedio estratto dai suoi fiori, mentre dalle gemme si estrae Chestnut Bud; Sweet Chestnut, il castagno dolce, castanea sativa, castagno europeo  - quello delle castagne.

Le ‘foglie cadenti’ invece le troviamo tra i rimedi australiani, in Autumn Leaves, preparato da Ian White con le foglie raccolte in una zona sacra, in autunno e nel momento della loro caduta dagli alberi. Tale rimedio infatti porta il senso del lasciar andare e dell’andare avanti in modo profondo.

Il dr Bach ha definito così i suoi rimedi dei castagni:

Chestnut Bud
Per quelli che non si avvantaggiano fino in fondo dell’osservazione e dell’esperienza, e impiegano più tempo di altri ad apprendere le lezioni della vita quotidiana. Mentre per qualcuno un’esperienza sola è sufficiente, a tali persone è necessario farne di più, talvolta molte di più, prima di imparare la lezione. Di conseguenza, con loro dispiacere, si trovano a ripetere il medesimo errore in diverse occasioni, quando una sola volta avrebbe potuto essere sufficiente, oppure, osservando gli altri, avrebbero potuto evitare persino quell’unico sbaglio.

Red Chestnut
Per quelli che trovano difficile non stare in ansia per altre persone. Molte volte arrivano a non preoccuparsi più per se stessi, ma possono soffrire molto per le persone a cui tengono, spesso aspettandosi che possano loro accadere eventi spiacevoli.

Sweet Chestnut
Per quei momenti che accadono a certe persone in cui l’angoscia è tanto grande da sembrare insopportabile. Quando la mente o il corpo sentono di aver raggiunto il limite della sopportazione, e che sia giunto il momento di cedere il passo. Quando sembra non rimanere altro che distruzione e annientamento da affrontare.

White Chestnut
Per quelli che non riescono ad evitare che pensieri, idee, argomentazioni indesiderate si insinuino nella loro mente. Generalmente nei periodi in cui l’interesse del momento non ha forza sufficiente a mantenere la mente occupata. Pensieri che preoccupano e non se ne vanno, o se cacciati per un momento, poi ritornano. Sembrano girare e rigirare e causano tortura mentale. La presenza di pensieri tanto spiacevoli allontana la tranquillità ed interferisce con la capacità di pensare al lavoro o al piacere quotidiani.


White C. aiuta a calmare il chiacchierio mentale che a volte ci portiamo anche fino a sera , quando fatichiamo ad addormentarci o addirittura a dormire, oppure che porta tensioni che sfociano in mal di testa. . E' il rimedio per i pensieri ripetitivi, ricorrenti, indesiderati, le preoccupazioni e le discussioni mentali che occupano la mente e non permettono di concentrarsi su ciò che si dovrebbe fare.   Il beneficio portato da White Chestnut sta nell’aiutarci a riprendere il controllo dei nostri pensieri per affrontare con chiarezza e più calma i problemi. A livello Transpersonale, il dr Orozco lo indica per tutto ciò che si ripete in continuazione o in modo accelerato a livello di funzioni, come ad esempio starnuti, singhiozzi o incubi, tic, acufeni, per disabituarsi a qualcosa (ripetizione meccanica), naturalmente supportato da altri rimedi secondo il caso.

Seet C. è per coloro che non riescono a vedere una via d'uscita ai propri problemi e sentono che per loro non è rimasto altro che vuoto e prostrazione, il cosiddetto buio dell’anima, un tunnel da cui sembra non esserci uscita. In tale stato  le persone hanno veramente raggiunto il limite. Con la sua dolcezza, il rimedio aiuta a rimanere presenti e a  ritrovare forza e speranza nel trovare vie di miglioramento e  vie d'uscita. Il colore giallo del fiore e il suo ‘dolce’ conforto sono davvero un grande sollievo per l’anima  .Fa parte dell'Hepta Remei di Orozco, che insieme a Rescue e Walnut è un aiuto per il 'dolore emotivo'. Il rimedio fa parte dei  Principi Transpersonali in studio (salvo recenti aggiornamenti), indicato come 'rigenerazione', non solo di un nuovo punto di vista per uscire dal buio emotivo, ma anche per rigenerare tessuti e funzioni, con altri rimedi o da solo.

Red C. è il rimedio di mamme e bambini, quando ad esempio iniziano l'asilo o la scuola, per 'separarsi' reciprocamente in modo naturale e sereno,  attenuando  le pre-occupazioni da entrambi i lati. Le paure Red Chestnut sono delle preoccupazioni naturali, normali, ma ingrandite al punto da poter provocare un effetto negativo sulla persona oggetto della preoccupazione, distruggendone la sicurezza ed indebolendone l'autostima. Insomma , una pre-occupazione, una paura anticipatoria ed eccessiva che crea disagio a noi stessi e alla persona destinataria delle nostre ansie. Anche Rec C. è tra i Principi Transpersonali in studio, e viene indicato come 'aderenza, simbiosi': per la protezione energetica, la rottura o ridefinizione dei legami energeticici nel loro aspetto emozionale, per i distacchi,  e per le aderenze vere e proprie nel fisico, per esempio dopo un intervento chirurgico.

E infine la gemma, Chestnut Bud, che contiene tutto il potenziale della pianta, non ancora espressa nel fiore o frutto, un po' come il nostro potenziale non ancora ben espresso, che deve ancora sbocciare. Il Principio Transpersonale è ' ripetizione, non assimilazione' e si collega a tutto ciò che riguarda l'apprendimento, evolutivo, energetico o di altro tipo. A questo si aggiunga la cronicità, le malattie perinatali e congenite ( coi dovuti riferimenti a karma e reincarnazione),  assimilazione non solo di concetti ma anche di sostanze nutritive per esempio; e infine tutto ciò che riguarda l'apprendimento  e le difficoltà scolastiche (di studio, in generale).
Per le differenze e la complementarietà con altri rimedi rimando alla dovuta letteratura o ad approfondimenti che potete richiedermi. Come rimedio floreale  personale, Chestnut Bud .è per le persone che non riescono ad imparare le lezioni della vita, e   continuano a ripetere gli stessi errori, le situazioni simili, senza imparare dai propri errori, oppure, in altri casi, vedono gli errori commessi da altri e le relative conseguenze, ma non riescono, a loro volta, a far propria questa lezione e si ritrovano a comportarsi esattamente nello stesso modo.
Il dr. Bach diceva che era bene andare avanti lasciandosi il passato alle spalle, ma le persone di tipo Chestnut Bud lo fanno troppo in fretta, non si soffermano a sufficienza sulle esperienze da non riuscire a d apprendere.  

E le foglie cadenti? Sì, tra i rimedi floreali australiani (Australian Bush ) abbiamo il  composto Autumn Leaves, creato con le foglie cadenti raccolte 'in caduta' in una particolare area sacra. L'essenza facilita il passaggio dal mondo fisico al piano spirituale, nel naturale passaggio della morte, ma aiuta anche a lasciar andare, andare oltre, anche ad altri livelli. Fa parte del composto Transition, indicato appunto non solo per coloro che stanno 'passando oltre' e per chi li assiste, ma anche per 'passare oltre' in molte altre situazioni della vita. 

Grandi regali dalla Natura autunnale. 

Buon autunno, dunque, in sintonia con la Natura. 







venerdì 25 ottobre 2013

Trama Alchemica, un percorso per ritrovare la strada verso il benessere e l’armonia interiore.

La Trama Alchemica è un reticolo (come la trama di un tessuto ad esempio) che costituisce la materia dell’intero universo e di tutte le cose create, quindi anche il nostro corpo; la Trama è la base su cui è costruita ogni cosa. Per quanto riguarda il corpo, è qui che intessiamo la nostra vita, le gioie e i dolori, ricamiamo tutto il nostro vissuto. Sulla nostra Trama scorrono le informazioni che ci permettono di vivere, ci collegano con la Trama universale e, quando l’informazione è libera di circolare fluidamente, ci sentiamo bene, connessi con il mondo, le cose funzionano, la vita ci dona incontri, opportunità e occasioni. Il nostro vissuto può però sporcare il nostro tappeto energetico, creando cristallizzazioni o blocchi energetici, sui fili che lo compongono, così la nostra informazione (vibrazione) primaria non riesce più a scorrere in modo ottimale, e formerà nodi o strappi che ci staccheranno progressivamente dalla Trama universale e non ci faranno più star bene. I nodi si formano ogni volta che reagiamo con un eccesso emotivo ad un evento che ci accade, a cui reagiamo in modo del tutto personale secondo il nostro modo di percepire tali eventi.

La Trama è come un canovaccio o un reticolo all’interno del quale circolano tutte le informazioni necessarie al nostro Essere. Su questo reticolo tutte le emozioni conflittuali possono formare nodi e lacerazioni che impediscono allo schema informativo di funzionare  in modo equilibrato e di diffondersi in ogni cellula . L’obiettivo del trattamento è quindi di ristabilire l’armoniosità di tale reticolo informativo, che è la somma di tutte le componenti del nostro corpo.

Il trattamento consiste in una sequenza  di 16 gesti, che l’alchimista francese Patrick Burensteinas ha codificato per portare la parte terapeutica dell’Alchimia al servizio dell’uomo. In Italia è stata diffusa fino a qualche anno fa dal suo collaboratore Louis Cayla, mio insegnante. 

Nell’universo le informazioni, o energia, si propaga in forma ondulatoria, o sinusoidale. Tutto è costituito di energia in forma più o meno densa, e ogni tipo di energia ha una sua vibrazione e frequenza. Proprio attraverso una vibrazione, un’onda, la  nostra informazione si sposta sulla Trama, e quando incontra un nodo o una lacerazione , viene alterata, provocando disturbi e malesseri, staccandoci dalla Trama universale o comunque facendoci vibrare in modo diverso da essa.  Così non riusciamo più a seguire i nostri ritmi naturali, perdiamo la sincronicità con le cose, ci sentiamo intrappolati in situazioni che non ci piacciono, ci sembra di perdere occasioni, non stiamo bene e non siamo sereni, perdiamo benessere.

La Trama Alchemica è una terapia vibrazionale che permette di andare a togliere queste cristallizzazioni, quei nodi che si formano sul canovaccio attraverso dei gesti specifici per  ritrovare la nostra onda primaria, la nostra informazione . Un po’ come scuotere il tappeto per ripulirlo da polvere e sporco. Così viene ridata la giusta   onda vibratoria al nostro Essere  e al nostro corpo, che ritorna a vibrare al ritmo dell’universo facendoci sentire bene di nuovo.

I gesti della Trama aiutano ad espolrarla e a ripristinare la circolazione dell'informazione, ridando il più possibile armoniosità alla sinusoide e rimettendo a posto gli assi che la compongono. La Trama permette al nostro corpo e a tutte le dimensioni del nostro essere di ritrovare salute e benessere. 

La Trama è dunque una via di trasformazione personale, una terapia evolutiva si potrebbe dire oggi, che ci permette di ristabilire un corretto funzionamento di tutto il nostro Essere.

La frequenza ideale delle sedute è ogni 3-5 settimane, lasciando tempo alle cellule di registrare e adeguarsi alla nuova ‘onda’-informazione.

Per informazioni e per prenotare la tua seduta puoi contattarmi.

Daniela 





venerdì 4 ottobre 2013

Suoni a colori

Gli effetti terapeutici della musica sono ormai riconosciuti. Anche la musica è una vibrazione, ha frequenze vibratorie quindi è una forma di energia che influenza il nostro campo energetico, quindi il nostro benessere ad ogni livello. Semplicemente ascoltando buona musica o musica heavy metal, le nostre sensazioni sono sicuramente diverse e ci 'sentiremo' in modo diverso. Pensate anche al suono dell' Om o delle campane tibetane, o l'ascolto di brani di Mozart a cui si riconduce la teoria del cosiddetto 'effetto Mozart', di cui si trovano diversi cd e il libro di Don Campbell.

Nella Medicina Esogetica non parliamo di musicoterapia, ma di terapia cromosonora. Grazie al lavoro di due ricercatori, Ludovika Helm e Kay Korten-Helm, i contenuti dell'Esogetica sono stati ''trasferiti'' in modelli sonori, in suoni. Vibrazioni musicali, sonore che influenzano i modelli energetici individuali, o flussi energetici individuali ... insomma, la nostra energia vitale. Il risultato? un aiuto per riequilibrare e sostenere le funzioni fisiche e mentali. Frequenze dei colori e frequenze sonore per riportare equilibrio fisico e profondo. 

Attraverso l'ascolto di speciali cd, questo tipo di terapia si integra con tutti i protocolli della medicina Esogetica e sono consigliati anche come continuazione delle terapie a casa, tra una seduta e l'altra. Tra i vari cd (che potete trovare sul sito www.cromo-pharma.it , la serie dei 4 cd per la soluzione dei conflitti, direi che è la più importante, visto che il concetto dei conflitti è alla base dell'Esogetica e non solo. Perchè non integrare anche questa forma terapeutica alle diverse possibilità offerte dalla naturopatia per il nostro benessere? 

Al di là della musicoterapia o della terapia cromosonora, scegli bene la tua musica!Anche le parole sono suoni, sia che le ascoltiamo, sia che le pronunciamo. Tutto interferisce e interagisce con noi e la nostra salute. 

Per ulteriori informazioni o per provare un ascolto speciale, contattami.

venerdì 20 settembre 2013

Cambio di stagione, cambio d'umore?

E' in arrivo l'autunno, cambiano le temperature, le ore di luce iniziano a diminuire, pensiamo già all'inverno ....  e per alcune persone può essere fonte di stress e di umore variabile, variabile verso il cupo, verso il buio con verso cui la Natura si sta avviando.
Dai 'sintomi' più comuni come variazioni del ritmo del sonno, variazioni d'umore, stanchezza e simili, alla vera e propria SAD (seasonal affective disorder) o sindrome affettivo stagionale e le varie sindromi metereopatiche, i disturbi si presentano al cambio di stagione, in particolare autunno/inverno e primavera; per diminuzione delle ore di luce nel primo caso, per ritorno alla luce e al rifiorire nel secondo caso. Aspetti diversi da affrontare nel ciclico e ritmico ripetersi delle stagioni in Natura, a cui la 'natura' umana dovrebbe adattarsi. Perchè è importante la luce naturale?  La ghiandola pineale o epifisi reagisce alla luce regolando il nostro orologio interno con la  produzione notturna di  melatonina, un fattore importante nella regolazione del ritmo circadiano (il nostro ritmo naturale quotidiano, quindi veglia e sonno, per esempio).
Sui benefici della luce, potrebbe esservi utile il libro di Fabio Marchesi 'La luce che cura', ad esempio.
Lasciando l'aspetto medico diagnostico e terapeutico ai medici, anche la naturopatia offre diversai e validi aiuti: Fiori di Bach, Australiani e Californiani,  la Cromopuntura di Peter Mandel con i suoi specifici trattamenti, compresa la 'Terapia Induttiva' di regolazione dei ritmi naturali del cervello, le onde beta, delta, alpha e theta o la regolazione ormonale dell'epifisi. Nessuno strumento invasivo o doloroso, ma speciali strumenti per applicare le diverse frequenze della luce visibile (i colori) o delle 4 onde che caratterizzano il nostro ritmo naturale. Studi e ricerche  hanno scoperto che prima che si manifesti un sintomo a livello fisico-mentale, avviene un'alterazione del corretto ritmo delle onde cerebrali. 
I trattamenti con la luce colorata sono proprio adatti in queste situazioni di disagio influenzate appunto dalla luce! La Cromopuntura riporta equilibrio nel linguaggio delle cellule, secondo le ricerche del dr F. Popp e la sua teoria dei biofotoni. Utilizziamo speciali strumenti per applicare le diverse frequenze della luce su zone e punti specifici della pelle per riportare equilibrio e benessere di bambini e adulti.
I rimedi floreali infine possono essere associati ai trattamenti sopra indicati oppure essere un percorso a sè. Ricordando che non esistono ricette prestabilite che vanno bene per tutti, ma ognuno di noi vive una stessa situazione in modo diverso dagli altri e necessita dei rimedi più adatti a sè, vi segnalo qualche Fiore che può essere utile nei disagi stagionali.
Walnut come protettivo 'dalle interferenze esterne' , compresi i cambiamenti climatici, favorisce i cambiamenti (di qualsiasi natura) e l'adattamento ai cambiamenti (di stagione, per esempio); Mustard per le variazioni umorali che vanno e vengono; Olive, rigenerante, aiuta a gestire meglio le nostre energie vitali; Scleranthus per la ciclicità stagionale dei disturbi.  Questi e altri Fiori vanno scelti e associati secondo le esigenze personali, individuali di ognuno di noi. 
Rivolgetevi sempre a consulenti esperti o a medici a cui farete le vostre domande per ottenere le informazioni che servono a voi per poter valutare e scegliere i rimedi e i trattamenti medici e non, più adatti a voi. 

Buon  Autunno ! 

venerdì 6 settembre 2013

Le nuove attività

Pubblico qualche info sulle attività che propongo nei prossimi mesi. giusto un po' di pubblicità ....
Sono a disposizione per qualunque informazione desideriate.
buona giornata!

  • LUNEDI 9.30-10.30 E 17.30-18.30 sessioni di Mindfulness, tecniche di meditazione e rilassamento per iniziare al meglio la settimana
  • VENERDI MATTINA aggiornamento quindicinale per chi ha già frequentato il percorso di vita creativa di J. Cameron. Per chi volesse seguire il corso, le iscrizioni sono sempre aperte. Il corso può essere seguito individualmente o in gruppi. 

  • LUNEDI MERCOLEDI VENERDI dalle 12.30 alle 14.30 ‘Pausa pranzo relax’, incontri singoli o di gruppo con trattamenti o tecniche antistress per chi lavora in zona.

  • SETTEMBRE: mese dedicato alla scuola, a bambini, ragazzi e studenti di ogni età, dal nido all’università: consulenze dedicate, inserimento assistito, trattamenti e rimedi naturali specifici. Le consulenze naturalmente si svolgono anche durante tutto l’anno scolastico.
  • OTTOBRE: sabati pomeriggi dedicati agli ‘Incontri con la naturopata’ per informazioni e consigli su benessere di corpo, mente e anima, nel rispetto della salute olistica. L’ultimo sabato del mese è dedicato ad un incontro sui Mandala per scoprire questa tecnica di benessere e .. antistress.
  • NOVEMBRE: sabati pomeriggi dedicati al percorso teorico pratico per imparare l’autotrattamento delle mani con la riflessologia palmare: facile, pratico e utile strumento di auto aiuto per il nostro benessere a portata di mano. Un ultimo sabato sarà dedicato ai Mandala con i Fiori di Bach.
  • DICEMBRE: appuntamento con la Programmazione Natalizia per progettare e creare il proprio nuovo anno. Data da definirsi. Modalità a scelta tra mail o in presenza.
  • GENNAIO: consulenze e trattamenti per le nuove energie necessarie per ricominciare un nuovo percorso.


A scuola con i Fiori


Finito il periodo di vacanza, di svago e rilassamento,  lontano da impegni e doveri scolastici ( … a parte i compiti delle vacanze ! … ) e dalle  attivita’ extrascolastiche, si torna a casa e si inizia a pensare al ritorno a scuola. Per alcuni bambini e ragazzi è un piacere pensare di ritrovare amici e compagni di scuola, per altri invece puo’ essere una sofferenza piu’ o meno grande, la ripresa di  doveri e impegni, il confronto con gli altri e con gli insegnanti, figure di autorita’ oltre i genitori.
Se ci sono poi delle novita’ da affrontare, un po’ di ansia e preoccupazione per il nuovo puo’ manifestarsi in tutti: il primo giorno di scuola, una scuola nuova, nuovi insegnanti e nuovi compagni, il passaggio alla scuola elementare o  alle medie o alle superiori, come il primo stacco dalla mamma per i piccoli che vanno al nido o alla materna, sono alcuni esempi di ‘novita’ e cambiamento’ che  bambini e ragazzi si trovano ad affrontare.
Come aiutarli con le essenze floreali?
L’aiuto piu’ conosciuto e piu’ sperimentato   è il rimedio di emergenza ‘Rescue Remedy’ (tra i fiori inglesi del dr bach). Il suo valido sostituto australiano si chiama Emergency ed è formulato anche nella pratica confezione di spray orale.
Qualche esempio? Tra i fiori inglesi, Walnut  aiuta  ad adattarsi alle novita’ , ai cambiamenti, alle nuove fasi di vita e di crescita.  Mimulus è utile per diminuire paura, ansia, insicurezza dei bambini piu timidi e sensibili, anche per i mal di pancia di origine nervosa. Red Chestnut per aiutare mamme e bambini a vivere il reciproco distacco con minor ansia e preoccupazione, favorendo lo sviluppo di autonomia e indipendenza. Chamomile è il rimedio floreale californiano utile anche per le coliche gassose dei piu piccoli, aiuta nei momenti di tensione nervosa e capricci attenuando l’irritabilita’ e il nervosismo.
Tra i rimedi floreali australiani esistono in commercio pratiche composizioni gia’ pronte all’uso in gocce e anche in spray, piu comodo. Adol, Concentration,Stress Stop sono alcuni esempi. Il primo per il complesso periodo di cambiamento e crescita degli adolescenti, il secondo per aiutare nello studio, assimilazione delle nozioni e concentrazione, l’ultimo per gestire gli impegni quotidiani e le situazioni di stress.
Le essenze floreali sono un valido aiuto per tutto l’anno scolastico, per favorire una miglior  concentrazione, l’espressione creativa e verbale, la  stima di se’ e degli altri, per gestire meglio ‘il peso’  degli impegni e dei doveri.
Le essenze floreali possono essere utili per i nostri figli non solo per quanto riguarda la vita scolastica, ma per diverse situazioni in cui possono ritrovarsi. Sono di aiuto anche per noi genitori, per situazioni della nostra vita e per cio’ che riguarda la relazione con i nostri figli, per aiutare loro e  noi nell’impegnativo ruolo di genitori-guide.
La scelta dei rimedi piu’ adatti  viene fatta rispettando le esigenze personali e le  singole situazioni con l’aiuto di consulenti esperti .

Cosniglio di lettura: tra gli scritti del dr E. Bach, il suo pensiero per i genitori. 



Si riparte ....

Vacanze finite, o quasi, routine ricominciata, scuole in arrivo .... a settembre si ricomincia, si riparte per un nuovo anno di studi, lavoro, attività.
Ricomincio anch'io con l'impegno di aggiornare e curare il blog, in attesa del nuovo sito in lavorazione (www.naturaacolori.it) su cui sposterò queste informazioni, magari con una nuova veste.

Quali consigli per ripartire bene, contenendo e gestendo al meglio lo stress da rientro? Dai rimedi floreali ai colori della cromopuntura gli aiuti sono molti, dolci ed efficaci. Anche con la riflessologia plantare possiamo sostenere l'organismo, anzi, corpo e mente in questa fase di ripresa post-estate. Se poi impariamo l'autotrattamento delle mani, possiamo applicare i benefici della riflessologia alle nostre mani, zona più pratica da trattare da soli. E' facile e la possiamo praticare sempre e ovunque, tra una seduta e l'altra con il professionista che abbiamo scelto, o per mantenere i benefici dopo una serire di trattamenti, e come prevenzione. 

Ma a settembre, di solito, io penso agli studenti, di ogni età ed in particolare ai più piccoli. Dal nido alla materna e alle scuole successive fino all'università quante ansie, timori, pianti, preoccupazioni ! Anche dei genitori dei più piccoli! Perchè allora non utilizzare qualche rimedio naturale che possa aiutare i piccoli e i grandi ad affrontare al meglio le novità, il ritorno a scuola, gli impegni dello studio ? 
I rimedi floreali sono il mio consiglio principale, a cui aggiungerei qualche seduta di riequilibrio con la cromopuntura: niente punture! solo l' applicazione di luce colorata su punti della pelle, che piace tanto a bambini e ragazzi, e anche agli adulti. 
Per tutto il mese di settembre vi propongo consulenze specifiche e il progetto 'Inserimento assistito' per accompagnare i piccoli nell'inserimento al nido o materna. Naturalmente le consulenze e il progetto sono valide tutto l'anno scolastico, ma per questo mese aggiungo qualche vantaggio. Per scoprirlo, scrivete a d.galbiati62@gmail.com o chiamatemi al 3498537554.

Buon settembre! 




martedì 26 marzo 2013

Cromoterapia di bellezza

Parlando di 'estetica olistica' non intendo solo una questione di estetica nel senso tradizionale di trattamenti specifici viso e corpo per salute e bellezza, utilizzando prodotti naturali, trattamenti di competenza esclusiva dei professionisti dell'estetica. Se il termine 'olistico' utilizzato nel campo della naturopatia e del benessere indica il 'tutto' di ciascuno di noi, riferito non solo alla parte fisica, ma anche all'aspetto emozionale, mentale, spirituale, per  indicare un benessere completo a tutti i livelli del nostro vivere, un benessere che comprenda i diversi aspetti del nostro essere,  anche per la bellezza possiamo fare la stessa considerazione. Per estetica olistica quindi intendo la considerazione della bellezza esteriore ed interiore, un riflesso totale del ben-essere personale, dello star bene a più livelli : se sto bene 'dentro' , sto bene anche esteriormente. La mia pelle sarà luminosa, distesa, tonica, sana; il mio aspetto interiore traspare all'esterno e il mio sentirmi bene con me stessa si tradurrà nel sentirmi bene (e bella ) anche con gli altri.


Beauty cannot exclusively
be achieved through smooth skin and a pink
complexion - corrections that can easily be
performed from the “outside”. Real beauty
originates from the inside and can only
come forth when the individual is embodying the sum total of his experience and his
general attitude towards life and starts to
“radiate” it from the inside out. When the
individualradiates,when he has a radiance,
then he is beautiful!  (Peter Mandel) 



Se il linguaggio delle cellule può essere aiutato dalla frequenza della luce perchè i biofotoni (emissioni di luce) sono il linguaggio con cui si parlano le cellule (F. A. Popp biofisico), la cromoterapia o irradiazione di  luce colorata è l'aiuto di regolazione di questo linguaggio.
La Medicina Esogetica secondo Peter Mandel applica i principi biofisici e la cromoterapia utilizzando come ''veicolo'' la pelle, con i suoi numerosi simboli psicosomatici, che segna il limite tra noi e il mondo, che ci protegge e ci difende. Da Ippocrate alla Medicina Cinese e a tutte le culture, la pelle è il mediatore di diverse modalità di trattamento di disturbi e malattie; la pelle è la sede di numerose somatotopie, zone  e punti riflessi, e la porta di accesso verso l'interno. Applicare l'informazione energetica del colore (della frequenza e della vibrazione di ciascun colore) attraverso la pelle ha effetti globali sull'organismo, effetti olistici, psicosomatici. Anche per quanto riguarda la nostra bellezza.

Un esempio dei benefici dei trattamenti cromatici della Medicina Esogetica per la bellezza globale dell'individuo (donne e uomini) è il massaggio del viso conosciuto come Maschera del viso. In questo trattamento si applicano i diversi colori sulle varie zone del viso con specifiche caratteristiche. Qualche esempio: le tre zone della fronte (zona della forza, zona mentale e zona del relax), la zona della piega nasolabiale (decongestione del tessuto connettivo), il mento (zona della volontà e della fermezza). Non solo un trattamento per la pelle, ma per l'intera personalità. 10 minuti di relax e benessere, a cui si aggiungono ulteriori trattamenti specifici e appropriati per le singole esigenze.

Per ulteriori informazioni e per provare un trattamento, potete scrivere a 
d.galbiati62@gmail.com 



fonte http://www.integrazioneposturale.it/cromo.htm
http://cromopuntura-cromos.blogspot.it/2011/07/blog-post.html 

Con Lampi di Stampa puoi pubblicare il tuo libro: secondo evento bloggeritalia.it

Con Lampi di Stampa puoi pubblicare il tuo libro: secondo evento bloggeritalia.it: Evento blogger Lampi di Stampa dal titolo:

martedì 19 marzo 2013

Primavera

E' primavera! o quasi ... a parte il tempo atmosferico che fa le bizze, la Natura procede nel ciclo perpetuo delle stagioni, degli equinozi, delle fioriture, del ritmo luce buio.
Per molti è un risveglio dei sensi dal torpore e dal buio invernale, come il risveglio dal letargo per gli animali o il risveglio di alberi e fiori; per altri il cambio di stagione procura sbalzi d'umore e disagi fisici come la stanchezza o le allergie primaverili.
Gli influssi sull'umore sono chiamati SAD (seasonal affective disorder) o disturbo stagionale del tono dell'umore, che si presenta anche in autunno, quando, al contrario della primavera, le ore di luce cominciano a diminuire.  L'influsso della luce (e del buio) sul sistema 'uomo' è regolato dalla ghiandola endocrina dell'epifisi (o pineale), che regola i nostri ritmi sonno-veglia (luce-buio) producendo l'ormone melatonina (di notte) e serotonina (di giorno). E tra i compiti della serotonina c'è la regolazione dell'unore .... 

Regolare il tono dell'umore in modo ''naturale''? Non basta assumere rimedi sostitutivi della melatonina, utile se necessario, ma non molto naturale. Il campo d'azione deve mirare a riportare un equilibrio generale dei ritmi della persona. I terapisti dell'Istituto tedesco Mandel, chi si occupa di cromopuntura, conosce i benefici di regolazione dei trattamenti specifici dell'epifisi stessa, della melatonina, del sistema neurovegetativo e di quelli mirati secondo le necessità del singolo individuo. 

Per l'antica Medicina Cinese la primavera è la stagione associata al meridiano del Fegato (elemento Legno), accoppiato alla Vescica Biliare (cistifellea). Il Legno è l'elemento d'inizio del Ciclo delle Trasformazioni, elemento della novità, dell'inizio, una forza giovane e fresca che conferisce all'Acqua (madre del Legno) espressione e movimento, direzione. Proprio come l'energia primaverile che smuove, riattiva, energizza e spinge ad agire.  Le funzioni del meridiano Fegato riguardano l'accumulo e la distribuzione di energia, assicura energia ad ogni parte del corpo in ogni momento, contribuisce alla disintossicazione, immagazzina  e distribuisce il sangue, governa i tendini, gestisce le emozioni (soprattutto rabbia ira frustrazione) e molto altro ancora secondo la medicina orientale. Ecco perchè tradizionalmente si tende a disintossicare il fegato in primavera, per riattivare tutta l'energia Fegato di cui abbiamo bisogno per affrontare la nuova stagione e le nuove energie.

Consigli di disintossicazione e depurazione stagionale ce ne sono molti, e per i naturopati o coloro che comunque hanno una considerazione 'olistica' della persona e della salute, la depurazione fisica da sola non basta. Aiuta, ma non è sufficiente.  Vanno considerati tanti aspetti contemporaneamente, e quindi ad esempio, migliorare e adeguare l'alimentazione alla stagione (frutta, verdura germogli di stagione, erbe e insalate amarognole che depurano il sangue/fegato), movimento, aria, luce, acqua, momenti di rilassamento e autoaccudimento alternati alle normali attività quotidiane lavorative (a prevenzione dello stress e per il riequilibrio tensione-rilassamento), spazio e consigli per la gestione delle emozioni. Sono solo alcune indicazioni utili che valgono non solo in primavera, ma in qualunque stagione dell'anno  e della vita. I consigli poi vanno sempre adeguati al singolo individuo e alle sue specifiche esigenze.

Aiuti naturali e dalla naturopatia? Sì, tanti. Dai fitocomplessi e prodotti erboristici vari, alle tecniche antistress, ai trattamenti di riflessologia per riequilibrare l'organismo e favorire la disintossicazione, l'utilizzo di tecniche di cromopuntura secondo Peter Mandel per riequilibrare ad esempio i meridiani di Fegato e  Vescica Biliare, o un buon 'Masaggio cromatico del tessuto connettivo' per un drenaggio colorato, delicato e rilassante, accompagnati dai trattamenti cromatici più adatti alle singole necessità. Personalmente prediligo i rimedi spagirici più che i fitocomplessi comuni, per la loro azione 'olistica' e il senso della preparazione alchemica che dall'Essenza della natura arrivi all'Essenza dell'uomp. Proprio come i rimedi floreali (Fiori del dr Bach, Austaliani ecc): anche tra i Fiori ci sono dei buoni aiuti per un drenaggio fisico-emozionale come ad esempio il composto australiano di Oppression Free. 

Ricordiamoci quindi di noi e delle nostre energie da risvegliare a primavera, affidandoci a consigli di professionisti esperti, del nostro medico, ma partecipando in prima persona alla ricerca del nostro benessere personale, ben-essere ad ogni livello: fisico, emozionale, mentale, e dell'anima. 
Buona Primavera! 



Con i piedi per aria: Ricominciando con la mia passione...

Con i piedi per aria: Ricominciando con la mia passione...: Mi sorridi e mi dici che sono la tua ultima spiaggia. Sei giovane. Forte. Il dolore ti ha provato ma non piegato. Mi racconti tutto..terapi...



Aggiungo il mio personale commento. Condivido questo post della collega perchè credo che il lavoro di naturopata (riflessologa, consulente di Fiori di Bach o qualunque altra specializzazione si possa avere) è fatto così, come descrive lei la seduta di riflessologia. C'è l'accoglienza, l'ascolto, l'attenzione a chi si rivolge a noi, oltre alla professionalità.

venerdì 1 febbraio 2013

Febbraio

HOCHMA :
la seconda sephira dell'Albero della Vita, su cui meditare nel mese di febbraio.
 5 minuti al giorno o applicandola sul lato sinistro del cranio, sopra l'orecchio. 
'Occhio dell'illuminazione', punto da cui inizia a manifestarsi il nostro programma individuale di vita.
Da qui hanno origine sentimenti, percezioni, sensazioni che ci parlano dal nostro mondo interiore.

Buona meditazione!