sabato 3 settembre 2011

La cromopuntura secondo Peter Mandel

Cromopuntura ...  niente punture, solo luci colorate su punti e zone specifiche della pelle. L’esistenza nel corpo umano dei meridiani della medicina tradizionale cinese è stata ampiamente dimostrata. I punti noti all’agopuntura coincidono con le zone di maggior ricezione della luce sulla pelle; ad essi inoltre, Peter Mandel ne ha aggiunti di nuovi. Il trattamento di tutti questi punti con una specifica banda di frequenze luminose consente di inviare un’informazione regolante e riequilibrante. Il trattamento è piacevole e rilassante per il ricevente, e si rivela efficace. Per queste ragioni la sua pratica è considerata molto adatta intervenendo sui bambini. La stimolazione del colore sulla pelle provoca una reazione diretta sul sistema nervoso, linfatico ed energetico. L’azione della luce colorata e della vibrazione emessa porta le informazioni direttamente ai centri nervosi superiori. gamma cromatica utilizzata nella cromopuntura classica appartiene ai 7 colori dell’iride, costituiti dai 3 colori primari: rosso, giallo e blu e le mescolanze di due di essi ottenendo così i colori secondari caldi o freddi: rosso, arancione, giallo, verde, azzurro, blu/indaco, violetto. Si utilizzano anche altri colori per trattamenti specifici. Per il trattamento  viene utilizzata la penna ottica con 7 punte removibili in cristallo di quarzo trasparente, da appoggiare sulla pelle e irradiare i punti necessari. La cromopuntura agisce sempre sulla causa e mai sul sintomo, favorendo una situazione di equilibrio generale, di miglioramento e di prevenzione.La

Nessun commento:

Posta un commento