venerdì 23 dicembre 2011

STAR OF BETHLEHEM: LA STELLA DI BETLEMME TRA I FIORI DI BACH

Simbolicamente legato al Natale e alla Nascita (la stella dei Re Magi, Betlemme quale luogo della nascita di Gesù, il giglio bianco con cui l’Angelo annuncia alla Vergine il concepimento) la Stella di Betlemme appartiene alla famiglia delle liliacee e la sua forma di stella a sei punte, dalla geometria perfetta trasmette una sensazione di armonia, insieme al candido colore bianco indice di purezza. Conosciuto come ornitogallo o latte di gallina, è il rimedio antitraumatico del sistema Bach, che aiuta a mobilitare la nostra forza reattiva fisica e mentale, in ogni situazione di emergenza, shock o trauma piccolo o grande che sia, recente o passato, conscio o inconscio. La sua utilità è evidente già al momento della nascita, per la mamma e per il neonato: somministrato subito dopo il parto può aiutare a rielaborare il trauma del parto/della nascita e ad accompagnare il piccolo nato nel nuovo mondo, tranquillizzandolo. Utile anche ai papà che assistono al parto o che sono comunque emozionalmente coinvolti in questo evento straordinario. Naturalmente si possono associare altre essenze floreali appropriate per ciascuno. Star svolge un’azione di consolazione e sostiene in  tutti i momenti difficili di grandi e piccini. Fa parte del rimedio di emergenza pronto all’uso noto come Rescue Remedy. Il dr Orozco, medico floriterapeuta spagnolo,  nel suo libro sul principio transpersonale dei fiori di Bach, considera star il cicatrizzante del sistema  floreale. Ogni trauma fisico o emozionale lascia una ferita, che Star, con altre essenze, può aiutare a rimarginare.

giovedì 15 dicembre 2011

FAR FIORIRE L'ANIMA seconda parte

Come possono essere d'aiuto i Fiori ? La scelta dei rimedi è sempre personalizzata, non esistono ricette prestabilite valide per tutti, fatta eccezione ad esempio per i rimedi di emergenza come il Rescue Renedy o Emergency (della linea delle essenze australiane), oppure i 'Composti' dei rimedi australiani che possono essere un buon inizio per la semplicità nella scelta. Resta sempre fondamentale un colloquio e una valutazione della situazione e delle esigenze personali, o una buona capacità di autovalutazione delle proprie necessità, spesso non facile.  Qualche esempio? Relationship per le relazioni, non solo tra genitori e figli, ma per migliorare il nostro approccio in qualunque tipo di relazione; Bottlebrush e Red Helmet Orchid possono essere d'aiuto nelle relazioni madre-figli e padre-figli rispettivamente; Adol, il composto per il periodo adolescenziale così ricco di contrasti e conflitti quali tentativi di crescita verso l' indipendenza e l'evoluzione personale, valido aiuto non sono per gli adolescenti, ma spesso anche per adulti; e poi tutti i rimedi floreali che possono sostenere l'autostima, cioè la stima del proprio valore, di noi stessi e delle nostre potenzialità-capacità, i Fiori di Bach del gruppo dell'ipersensibilità alle influenze e alle idee altrui, come Centaury e Walnut. Ma le possibilità sono infinite, quante sono le sfumature delle nostre anime, di genitore e di figli.

FAR FIORIRE L'ANIMA ....


'' Quello che deve starci a cuore, nell’educazione, è che nei nostri figli non venga mai meno l’amore
alla vita. Esso può prendere diverse forme, e a volte un ragazzo svogliato, solitario e schivo non è
senza amore per la vita, né oppresso dalla paura di vivere, ma semplicemente in stato di attesa,
intento a preparare se stesso alla propria vocazione. E che cos’è la vocazione di un essere umano, se
non la più alta espressione del suo amore per la vita? Noi dobbiamo allora aspettare, accanto a lui,
che la sua vocazione si svegli, e prenda corpo. Il suo atteggiamento può assomigliare a quello della
talpa o della lucertola, che se ne sta immobile, fingendosi morta: ma in realtà fiuta e spia la traccia
dell’insetto, sul quale si getterà con un balzo. Accanto a lui, ma in silenzio e un poco in disparte, noi
dobbiamo aspettare lo scatto del suo spirito. Non dobbiamo pretendere nulla: non dobbiamo
chiedere o sperare che sia un genio, un artista, un eroe o un santo; eppure dobbiamo essere disposti
a tutto; la nostra attesa e la nostra pazienza deve contenere la possibilità del più alto e del più
modesto destino” N.Ginzburg, Le piccole virtù.
Anche il dr Bach nei suoi scritti in 'Guarisci te stesso' del 1931 dedica delle riflessioni  al compito dei genitori. Qualche spunto? ... '' Il compito dei genitori è essenzialmente il privilegio di pemettere ad un'anima di entrare in contatto col mondo al fine di evolversi...'' - ''il compito dei genitori è un servizio divino ... Essendo un dovere che richiede sacrificio, non si deve mai pretendere una riconpensa da parte del figlio, poichè tale compito consiste unicamente nel dare e nel dare solo amore, protezione e appoggio fino a quando l'anima non prende sotto la sua guida la giovane personalità''.  Sacrificio .... da 'sacrum facere', un fare sacro, un'azione sacra che rende sacro il fare qualcosa, non qualcosa di faticoso e pesante o limitante. Difficile? forse... ma può cambiare la visione del rapporto genitori - figli e il compito di genitore, che nessun manuale può insegnare. In ogni tipo di relazione, la crescita è reciproca: in una relazione si è sempre almeno in due e lo scambio di esperienza e di apprendimento sta nel dare e ricevere reciprocamente, in uno scambio amorevoe paziente, senza aspettative, senza prevaricazione.

giovedì 10 novembre 2011

WILD ROSE, la rosa canina

Il tardo autunno è il periodo dell'anno in cui i frutti della rosa canina sono in piena maturazione. La pianta è pronta a donarci vitamina C e tutte le sostanze tonificanti per affrontare il freddo dell'inverno. L'interno polposo della bacca, acidulo-dolciastro, ricco di elementi vitali nutritivi, è anche protetto da peluria irritante che rende quasi difficoltoso l'accesso al prezioso nutrimento. Anche la personalità Wild Rose ha la forza del rosso nutrimento del frutto e allo stesso tempo è riservata e sensibile alle influenze esterne, ha un sistema difensivo di protezione dell'anima sensibile, prorpio come la peluria del frutto. Se manca l'equilibrio tra sensibilità d'animo e forza vitale, l'anima Wild Rose si ritrae, rinuncia; la sua difesa eccessiva le impedisce di esprimere la sua forza vitale conciliando corpo e anima, mondo interiore e realtà quotidiana, e Wild Rose si ritira dal mondo. Il potenziale sviluppato dal rimedio floreale del dr Bach apre tale sensibilità d'animo alle emozioni e alla vita. Il rimedio appartiene al gruppo dello scarso interesse per il presente, e viene di solito definito con lo stato di apatia. Nel testo edito dall'Accademia Centaurea si parla di 'vegetare', che rende bene l'idea che manchi la parte istintuale, l'istinto a partecipare pienamente alla vita. Wild Rose ricollega al piano della realtà, riattiva il desiderio di partecipare alla vita, in equilibrio tra istinto, forza d'animo e difesa. Solo agendo possiamo essere vivi e vitali, possiamo imparare dalle esperienze, sperimentare, amare, gioire, soffrire, sbagliare ... ma siamo vivi. E ancora, il rimedio è una forza rigenerante per superare ostacoli e barriere che stanno a difesa dell'anima che teme la libertà: anzichè ritrarci a difesa di fronte alla minima incomprensione e fuggire nella passività, ripiegarsi su se stessi come fa la pianta dopo la crescita eretta iniziale primaverile, prendere distanza dalla vita che non rispetta i nostri sogni, entrando quasi in letargo, Wild Rose ci risveglia alla vita, alla vitalità, ci riporta nel mondo, dall'ideale alla realtà, liberandoci dal vegetare e dalla rinuncia, a favore della vita, la nostra.

giovedì 27 ottobre 2011

IL LINGUAGGIO DELLE CELLULE

Il biofisico tedesco  Fritz Albert Popp ha dimostrato scientificamente che le cellule degli organismi viventi emettono delle radiazioni molto deboli di luce, chiamate biofotoni. Questa debole emissione è una vibrazione elettromagnetica che costituisce il sistema di comunicazione intracellulare: il linguaggio delle cellule, con il quale vengono regolati tutti i processi biofisici del nostro corpo. Lo scambio di biofotoni tra cellule costituisce il flusso di informazioni energetiche: le cellule si parlano; e il nostro corpo è un campo di energia: ogni cellula conosce le altre e porta in sè le informazioni del tutto, come un ologramma, quelle immagini che contengono in ogni parte l'intera immagine. Se ho mal di testa, tutto il mio corpo sa che ho mal di testa; il mio malessere non si limita solo alla testa. In uno stato di malessere la normale vibrazione elettromagnetica si perde, ci sono degli errori di linguaggio, si diffonte un'informazione sbagliata, alterata. Ecco perchè il colore, che è luce,  applicato su punti e zone particolari permette la regolazione a livello fisico e psichico: il colore-luce trasmette bioinformazion corrette, regolatrici, correggendo gli errori del linguaggio delle cellule. E noi torniamo a star bene.
Per la cromopuntura è una questione di informazione, a differenza dell'agopuntura, che parla di energia.  Le due azioni sono complementari: l'agopuntura sblocca il flusso energetico bloccato in un punto, che crea disturbo, e la cromopuntura immette l'informazione corretta che passa più facilmente nel punto sbloccato, libero energeticamente. In un trattamento di cromopuntura infatti si trattano i punti prima con l'agopuntura o con una penna speciale a impulsi (usata da chi non è medico e non può utilizzare l'agopuntura), e poi si applica la stimolazione cromatica. La cromopuntura corregge e insegna all'organismo a parlare di nuovo con se stesso,

venerdì 23 settembre 2011

Dagli scritti del dr Edward Bach

“La salute è il nostro patrimonio, un nostro diritto.
E' la completa e armonica unione di anima, mente e corpo; non è un ideale così difficile
da raggiungere, ma qualcosa di facile e naturale che molti di noi hanno trascurato”

"Vi è un fattore che la scienza non è in grado di spiegare in termini fisici: come mai alcuni si ammalano ed altri no, benché tutti siano esposti alle stesse possibilità di infezione?"
"La verità non ha bisogno di essere analizzata, discussa o spiegata con tante parole. E' riconosciuta in un lampo, fa parte di te...... ''

“La psiche, che è la parte del corpo più delicata e più sensitiva, mostra con molta più precisione del corpo il punto di partenza e il cammino della malattia, in modo che è lo stato emotivo del malato che ci guiderà nella scelta del o dei rimedi necessari.”

"I Fiori hanno l'effetto di un bel pezzo di musica o di altre cose meravigliose che hanno il potere di ispirarci, possono rinforzare le nostre energie e avvicinarci alla nostra Anima. Grazie a ciò ci sentiamo rilassati e liberati dalla nostra sofferenza. I rimedi non guariscono attaccando direttamente la malattia, ma inondano il nostro corpo con le vibrazioni del nostro Io più profondo alla cui presenza le malattie si sciolgono come neve al sole”

Liberamente tratto da “The original writings” di Edward Bach



CROMOTERAPIA E CROMOPUNTURA

Cromoterapia: terapia con i colori. La differenza tra le due tecniche? La cromoterapia è l'irradiazione sulla pelle di colori, l'uso di tessuti colorati, luce, cibi colorati, tecniche di visualizzazione dei colori e altre modalità. quotidianamente facciamo cromoterapia e non ce ne accorgiamo. L'irradiazine sulla pelle viene fatta  su zone più o meno vaste. La cromopuntura invece è l'irradizione con luce colorata su zone e punti ben precisi della pelle; i punti corrispondono spesso a quelli dell'agopuntura della Medicina Tradizionale Cinese, ma si utilizzano anche alte zone riflesse.
Ogni colore ha una sua lunghezza d'onda che produce effetti ben precisi. E' questa onda che dà un impulso, un messaggio, un'informazione ai canali energetici del corpo (i meridiani di agopuntura) e cerca di correggere l'informazione alterata che ha provocato il disagio, il dolore, il disturbo fisico.
Il biofisico tedesco Popp ha dimostrato che le nostre cellule emettono una irradiazione di luce, un'onda elettromagnetica che ha la stessa frequenza della luce visibile (teoria dei biofotoni): le nostre cellule comunicano con un linguaggio specifico. La cromopuntura è un metodo per correggere i disturbi di questo linguaggio cellulare.

L'ARTE DEL DISTACCO

"Spesso facciamo dipendere la nostra felicità da azioni e pensieri di
altri o ci lasciamo influenzare da situazioni e circostanze che non
fanno più parte del nostro vero essere.
Impariamo a utilizzare nei nostri pensieri "il distacco" che non significa affrontare la vita con fragilità e in maniera fredda e indifferente, ma con uno stato interiore più fiducioso e rispettoso verso noi stessi. Non vogliamo sfuggire la realtà ma cerchiamo di comprenderla meglio.
Mettiamo da parte il nostro ego e siamo veramente onesti con noi
stessi, guardiamoci dentro per capire e trovare l'armonia per vivere
il presente con maggior intensità, senza dimenticare di attingere dall'esperienze belle e brutte vissute nel passato.
Viviamo la consapevolezza che un approccio più distaccato crea la
nostra mente libera, ci consente di dare spazio alla crescita interiore, ai veri sentimenti, all'amore, senza paura di cambiare, senza paura del futuro.
E' solo quando 'lasci andare' ciò a cui sei attaccato che crei lo spazio perché il nuovo si manifesti."


Brahma Kumaris World Spiritual University

Inner Changes at the Inner Equinox

Inner Changes at the Inner Equinox

giovedì 8 settembre 2011

LA QUINTA STAGIONE tra Medicina Cinese e Cromopuntura

Piantare  e germinare sono in accordo con la primavera, crescere e coltivare sono in accordo con l'estate, il periodo del raccolto è in autunno, e conservare il raccolto si fa in inverno. Alla fine dell'estate, prima che inizi l'autunno, la tradizione cinese inserisce una quinta stagione o 'fine estate', che va all'incirca da metà agosto a metà settembre. Le ultime 2 settimane di ogni stagione vengono chiamate interstagione e servono a preparare l'organismo alla stagione successiva. La 'fine estate' attiva le correnti vitali dei meridiani Milza Pancreas/Stomaco, appartenenti all'elemento Terra.
Alla base della cromopuntura troviamo   gli insegnamenti della Medicina Cinese;  i meridiani sono i canali dove scorre l'energia vitale  che regolano tutte le funzioni del corpo fisico e di quello emozionale.  La Medicina Esogetica di Peter Mandel parla di Circoli Funzionali, una rivisitazione in chiave occidentale dei meridiani di agopuntura e dei 5 Elementi della Medicina Cinese. Ad ogni Circolo Funzionale sono associati organi, vertebre, odontoni, organi di senso, articolazioni, emozioni, aspetti psicologici e altro ancora. Ognuno di questi aspetti è quindi una 'chiave' di accesso al Circolo Funzionale e alla regolazione di tutto ciò che ad esso è collegato: se ho bisogno di riequilibrare un'emozione, trattando il Circolo Funzionale ad essa collegato, porterò contemporaneamente e simultaneamente  benessere a tutti gli aspetti del Circolo stesso.
Per la quinta stagione, le chiavi di accesso sono la bocca, le labbra e i tessuti connettivi, che richiamano il contatto, il confronto con gli altri, l'assimilazione, il conoscere e il gustare. Lo stomaco integra ciò che ingeriamo (non solo cibo), lo analizza, lo elabora e lo incorpora. I tessuti connettivi legano e avvolgono. Tali qualità a livello psichico diventano pensare, conoscre, valutare, capacità di giungere a conclusioni logiche, distinguere, riflettere, ragionare. Difficoltà con questi aspetti e tutti i disturbi di stomaco, milza e pancreas possono essere riequilibrati trattando il Circolo Funzionale Milza Pancreas/Stomaco. La cromopuntura localizza sulla pelle del viso le zone e i punti da trattare per ciascun Circolo funzionale, utilizzando specifici colori per ciascuno di essi: un trattamento piacevole e rilassante.

sabato 3 settembre 2011

La cromopuntura secondo Peter Mandel

Cromopuntura ...  niente punture, solo luci colorate su punti e zone specifiche della pelle. L’esistenza nel corpo umano dei meridiani della medicina tradizionale cinese è stata ampiamente dimostrata. I punti noti all’agopuntura coincidono con le zone di maggior ricezione della luce sulla pelle; ad essi inoltre, Peter Mandel ne ha aggiunti di nuovi. Il trattamento di tutti questi punti con una specifica banda di frequenze luminose consente di inviare un’informazione regolante e riequilibrante. Il trattamento è piacevole e rilassante per il ricevente, e si rivela efficace. Per queste ragioni la sua pratica è considerata molto adatta intervenendo sui bambini. La stimolazione del colore sulla pelle provoca una reazione diretta sul sistema nervoso, linfatico ed energetico. L’azione della luce colorata e della vibrazione emessa porta le informazioni direttamente ai centri nervosi superiori. gamma cromatica utilizzata nella cromopuntura classica appartiene ai 7 colori dell’iride, costituiti dai 3 colori primari: rosso, giallo e blu e le mescolanze di due di essi ottenendo così i colori secondari caldi o freddi: rosso, arancione, giallo, verde, azzurro, blu/indaco, violetto. Si utilizzano anche altri colori per trattamenti specifici. Per il trattamento  viene utilizzata la penna ottica con 7 punte removibili in cristallo di quarzo trasparente, da appoggiare sulla pelle e irradiare i punti necessari. La cromopuntura agisce sempre sulla causa e mai sul sintomo, favorendo una situazione di equilibrio generale, di miglioramento e di prevenzione.La

A SCUOLA CON I FIORI

A SCUOLA CON I FIORI
FINITO IL PERIODO DI VACANZA, DI SVAGO E RILASSAMENTO,  LONTANO DA IMPEGNI E DOVERI SCOLASTICI ( … A PARTE I COMPITI DELLE VACANZE ! … ) E DALLE  ATTIVITA’ EXTRASCOLASTICHE, SI TORNA A CASA E SI INIZIA A PENSARE AL RITORNO A SCUOLA. PER ALCUNI BAMBINI E RAGAZZI è UN PIACERE PENSARE DI RITROVARE AMICI E COMPAGNI DI SCUOLA, PER ALTRI INVECE PUO’ ESSERE UNA SOFFERENZA PIU’ O MENO GRANDE, LA RIPRESA DI  DOVERI E IMPEGNI, IL CONFRONTO CON GLI ALTRI E CON GLI INSEGNANTI, FIGURE DI AUTORITA’ OLTRE I GENITORI.
SE CI SONO POI DELLE NOVITA’ DA AFFRONTARE, UN PO’ DI ANSIA E PREOCCUPAZIONE PER IL NUOVO PUO’ MANIFESTARSI IN TUTTI: IL PRIMO GIORNO DI SCUOLA, UNA SCUOLA NUOVA, NUOVI INSEGNANTI E NUOVI COMPAGNI, IL PASSAGGIO ALLA SCUOLA ELEMENTARE O  ALLE MEDIE O ALLE SUPERIORI, COME IL PRIMO STACCO DALLA MAMMA PER I PICCOLI CHE VANNO AL NIDO O ALLA MATERNA, SONO ALCUNI ESEMPI DI ‘NOVITA’ E CAMBIAMENTO’ CHE  BAMBINI E RAGAZZI SI TROVANO AD AFFRONTARE.
COME AIUTARLI CON LE ESSENZE FLOREALI?
L’AIUTO PIU’ CONOSCIUTO E PIU’ SPERIMENTATO   è IL RIMEDIO DI EMERGENZA ‘RESCUE REMEDY’ (TRA I FIORI INGLESI DEL DR BACH). IL SUO VALIDO SOSTITUTO AUSTRALIANO SI CHIAMA EMERGENCY ED è FORMULATO ANCHE NELLA PRATICA CONFEZIONE DI SPRAY ORALE.
QUALCHE ESEMPIO? TRA I FIORI INGLESI, WALNUT  AIUTA  AD ADATTARSI ALLE NOVITA’ , AI CAMBIAMENTI, ALLE NUOVE FASI DI VITA E DI CRESCITA.  MIMULUS è UTILE PER DIMINUIRE PAURA, ANSIA, INSICUREZZA DEI BAMBINI PIU TIMIDI E SENSIBILI, ANCHE PER I MAL DI PANCIA DI ORIGINE NERVOSA. RED CHESTNUT PER AIUTARE MAMME E BAMBINI A VIVERE IL RECIPROCO DISTACCO CON MINOR ANSIA E PREOCCUPAZIONE, FAVORENDO LO SVILUPPO DI AUTONOMIA E INDIPENDENZA. CHAMOMILE è IL RIMEDIO FLOREALE CALIFORNIANO UTILE ANCHE PER LE COLICHE GASSOSE DEI PIU PICCOLI, AIUTA NEI MOMENTI DI TENSIONE NERVOSA E CAPRICCI ATTENUANDO L’IRRITABILITA’ E IL NERVOSISMO.
TRA I RIMEDI FLOREALI AUSTRALIANI ESISTONO IN COMMERCIO PRATICHE COMPOSIZIONI GIA’ PRONTE ALL’USO IN GOCCE E ANCHE IN SPRAY, PIU COMODO. ADOL, CONCENTRATION, STRESS STOP SONO ALCUNI ESEMPI. IL PRIMO PER IL COMPLESSO PERIODO DI CAMBIAMENTO E CRESCITA DEGLI ADOLESCENTI, IL SECONDO PER AIUTARE NELLO STUDIO, ASSIMILAZIONE DELLE NOZIONI E CONCENTRAZIONE, L’ULTIMO PER GESTIRE GLI IMEGNI QUOTIDIANI E LE SITUAZIONI DI STRESS.
LE ESSENZE FLOREALI SONO UN VALIDO AIUTO PER TUTTO L’ANNO SCOLASTICO, PER FAVORIRE UNA MIGLIOR  CONCENTRAZIONE, L’ESPRESSIONE CREATIVA E VERBALE, LA  STIMA DI SE’ E DEGLI ALTRI, PER GESTIRE MEGLIO ‘IL PESO’  DEGLI IMPEGNI E DEI DOVERI.
LE ESSENZE FLOREALI POSSONO ESSERE UTILI PER I NOSTRI FIGLI NON SOLO PER QUANTO RIGUARDA LA VITA SCOLASTICA, MA PER DIVERSE SITUAZIONI IN CUI POSSONO RITROVARSI. SONO DI AIUTO ANCHE PER NOI GENITORI, PER SITUAZIONI DELLA NOSTRA VITA E PER CIO’ CHE RIGUARDA LA RELAZIONE CON I NOSTRI FIGLI, PER AIUTARE LORO E  NOI NELL’IMPEGNATIVO RUOLO DI GENITORI-GUIDE.

CHIEDETE CONSIGLIO AD ESPERTI PER SCEGLIERE I RIMEDI PIU' ADATTI ALLA VOSTRA SITUAZIONE E ALLE VOSTRE NECESSITA'.

venerdì 29 luglio 2011

FIORI, COLORI E NATURA

FIORI ... Fiori inglesi del dr. Bach e Fiori Australiani (Bush Flowers) sono le principali essenze floreali che utilizzo,, ma il 'giardino' dei Fiori è ampio e ricco di aiuti da scegliere secondo necessità. Fiori per l'anima, Fiori dell'anima: dall'anima della Natura, l'essenza vibrazionale del fiore, all'anima degli esseri umani, per lenire i disagi e difficoltà dalla nascita all'età adulta, per gli animali e per le piante.
COLORI ... la luce naturale e le sue frequenze percepite dai nostri occhi sono riconosciute ormai scientificamente per le loro roprietà terapeutiche.La cromoterapia è la modalità più conosciuta di applicazione di luce colorata, mentre la cromopuntura è ancora poco conosciuta. Quest'ultima fa parte degli strumenti terapeutici della Medicina Esogetica idata dal tedesco Peter Mandel (http://www.esogetics.com/) che ha applicato i principi dell'agopuntura (ma non solo) utilizzando i colori dello spettro e altri colori anzichè gli aghi. Si è creato così un metodo meno invasivo, indolore e gradito anche ai bambini.
NATURA ... la visione olistica dell'essere umano e della salute sono punti fondamentali dell'attività informativa-educativa del naturopata e sono le basi che legano i tre campi della mia formazione: la floriterapia, la cromopuntura/Medicina Esogetica e la naturopatia.  Modalità diverse ma tutte orientate al benessere di mente corpo e anima, le tre dimansioni dell' essere vivente, attraverso percorsi individuali e personali secondo le necessità delle singole persone.